Quando ci si accinge ad acquistare una lucidatrice per pavimenti si dovrà tenere in debito conto che sia potente quanto basta, in modo da avere un apparecchio sufficientemente attrezzato sul piano del wattaggio per ottenere una lucidatura professionale. Da non trascurare, poi, l’ergonomia e il peso, che incidono in modo determinante sulla maneggevolezza dell’elettrodomestico, visto e considerato che dovrà essere trascinato avanti e indietro per tutta casa. Meglio una lucidatrice leggera e con l’impugnatura che ne agevoli lo spostamento senza appesantire e affaticare l’utilizzatore. Per chi ha problemi di spazio esistono modelli pieghevoli che, una volta usati, possono essere ripiegati su sé stessi per poter trovare posto in un angolo o nel ripostiglio. Un altro elemento da tenere nella dovuta considerazione è la base. In questo caso, meglio optare per un modello compatto e multidirezionale con rotelle girevoli a 360 gradi che permette di dribblare le gambe dei tavoli e fare slalom fra i mobili fino a raggiungere anche gli angoli più remoti.

Inoltre, data l’alto rischio di urti e intoppi che potrebbero anche graffiare o danneggiare mobili ed altri complementi d’arredo, suggeriamo di acquistare lucidatrici dotate di perimetro in gomma per urti e scontri ‘soft’ senza conseguenze. Anche il rumore può essere per molti un problema, pertanto è consigliabile l’acquisto di un modello silenzioso. Per finire, è consigliabile scegliere una lucidatrice dotata di un kit di almeno 3 spazzole, in modo che con un solo apparecchio si potrà essere in grado di lucidare pavimenti diversi. La presenza di più spazzole dà modo di scegliere quella in lana per trattare il parquet, quella in nylon per lucidare e la spazzola in feltro per far brillare le superficie, mentre con quelle dure si potrà procedere a stendere la cera, in modo da avere a disposizione un kit completo per trattamenti mirati in tutte le direzioni e per ogni tipologia di superficie.

Fra le tante proposte di mercato, si sconsiglia di acquistare un modello ibrido, che lucidi e aspiri al tempo stesso, una sorta di lucidatrice-aspirapolvere ‘2 in 1’ per il semplice motivo che un solo motore costretto a dividersi in due per assolvere a due ruoli completamente diversi fra loro finirà per deludere o perdere i colpi pregiudicando la qualità delle prestazioni dell’apparecchio. Inoltre, se si deve acquistare una lucidatrice non si compri mai una macchina progettata per pulire un solo tipo di pavimento, sarebbe un vincolo che ne limiterebbe troppo le prestazioni. Per saperne di più potrete scoprire tutto sulle lucidatrici per pavimenti cliccando qui.

Lucidatrici per pavimenti, quante e quali spazzole servono per lucidare ogni superficie