Oggi, esistono applicazioni per poter collegare i navigatori satellitari Gps ad altri device, come gli interfoni o gli smartphone, se dotati di Bluetooth, una tecnologia applicata ad ogni dispositivo digitale, di cui potenzia le funzioni e la connettività con altri apparecchi compatibili. È proprio grazie al Bluetooth che i navigatori, oltre a dare le info audiovisive necessarie per portare a termine il viaggio nel migliore dei modi, consentono di gestire con maggiore praticità le chiamate in entrata e in uscita. Alcune di queste app sono gratuite e possono essere scaricate dalla rete per poi applicarle allo strumento per integrarne le funzioni, le più utili riguardano l’aggiornamento delle mappe che è semplice e al tempo stesso indispensabile se si vuole avere sempre sott’occhio il monitoraggio del percorso e il riferimento di dove si è diretti, senza mai sbagliare strada.

Da questo punto di vista esistono due tipologie di navigatori satellitari: i modelli tradizionali venduti equipaggiati di parabrezza e alimentatore per l’auto e i dispositivi più recenti e digitali che sfruttano le app per smartphone e altri device in chiave Bluetooth, compatibili con i sistemi Android e iOS. Quest’ultimo tipo, noto anche come smartphone app, è il dispositivo più gettonato grazie alla versatilità che fa leva su un vasto ventaglio di funzioni, fra cui l’impiego come navigatore satellitare in virtù del Gps integrato in quasi tutti gli smartphone di ultima generazione. Quasi tutte le app di navigazione forniscono utili info sul traffico e i percorsi, alcune funzionano anche offline, ma quelle relative al traffico vengono fornite solo in presenza di una connessione attiva.

In questo modo si ha la garanzia di poter essere informati costantemente grazie alla presenza di mappe e informazioni sempre aggiornate, molto utili anche per la navigazione a piedi. Ci sono, però, anche degli svantaggi nell’uso dello smartphone navigatore, come ad esempio il consumo maggiorato delle batterie, indotto dall’uso costante del Gps che richiede di tenere il display costantemente acceso. In questo caso vi consigliamo di utilizzare un caricabatterie da auto per non restare a corto di Gps lungo il viaggio. Altre curiosità sul tema potrete soddisfarle accedendo alla sezione domande frequenti sui navigatori.

Navigatori satellitari Gps, i vantaggi dei modelli Bluetooth e smartphone app